Passeggiata interculturale a Padova – 1 aprile 2017

Un nuovo sguardo di Padova tra libri, viaggi e incontri
accompagnati da giovani ragazzi immigrati.

Sabato 1 aprile – ore 15/18
Ritrovo in Piazza Duomo

Ritornano a Padova le passeggiate interculturali proposte dall’Associazione Vite in Viaggio, in collaborazione con il Dipartimento FISPPA dell’Università di Padova, con tre appuntamenti tra aprile e giugno.

Gli accompagnatori saranno giovani “accompagnatori interculturali”, preparati per gestire itinerari di tipo didattico-formativo sul tema dell’intercultura e, in tale esperienza, verranno affiancati da volontari ed esperti delle associazioni partner.
La passeggiata ha l’obiettivo di far emergere come la città sia plasmata dall’osservatore a seconda del proprio bagaglio umano e culturale. Una città, tante città, molte occasioni d’incontro e di scambio.

Sabato 1 aprile il percorso prenderà il via alle 15 da Piazza Duomo e attraverserà il centro storico tra librerie, viaggi e incontri. La passeggiata è gratuita ed adatta a tutti.

Per una migliore organizzazione, la partecipazione è riservata ad un massimo di 30 persone.
E’ possibile prenotare il proprio posto tramite:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-passeggiata-interculturale-a-padova-33175435621
oppure inviando un’email a info@festivaldellalentezza.it

Per informazioni: 3408169730

La passeggiata è in collaborazione con:

e con Viaggiare curiosi e Francesca Panizzolo.

 

Le passeggiate interculturali sono una delle azioni previste dal progetto “Le città (in)visibili” sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del Bando Culturalmente 2016.
La città di Padova non è fatta solo di edifici, infrastrutture e cittadini, ma di un vissuto risultato di tanti elementi, di storie passate, di vicende ancora in corso, di persone che la abitano.
Attraverso le passeggiate interculturali si vogliono considerare i temi del cibo e delle mappe attraverso un viaggio nel tempo e nello spazio, per mettere in rilievo luoghi condivisi e vissuti da cittadini padovani, inserendoli in percorsi di turismo culturale e responsabile.
Gli itinerari valorizzeranno alcuni aspetti di Padova, con un intreccio tra passato e presente e tra culture diverse: botteghe, ristoranti, librerie, vie d’acqua e vie di terra.
Si vuole superare il termine “locale” inteso come localismo e vissuto come riparo contro un mondo ostile, con tanto di mura costruite a protezione dei suoi cittadini e non molto diverse da quelle medievali precedentemente esistite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *